Jazz’Inn

Jazz’Inn è l’iniziativa di Fondazione Ampioraggio sperimentata nel 2017, in occasione del Jazz Festival Sotto le Stelle di Pietrelcina (Bn), creando un contesto di contaminazione tra jazz e innovazione e sperimentando un modello di networking lento, tra innovatori e mercato, pubblico e privato, che abbiamo battezzato: slow dating for innovation. Il modello è caratterizzato da incontri lenti, modelli collaborativi di networking e integrazione di competenze.

Jazz’Inn coinvolge aziende, amministrazioni pubbliche, investitori, start-up e PMI innovative, centri di ricerca, professionisti e techbuyers: l’ecosistema dell’innovazione. Al centro degli incontri ci sono  gli obiettivi di sviluppo dei case givers: aziende e amministrazioni pubbliche, interessate a raccogliere idee innovative per i propri investimenti.

In 5 anni abbiamo compreso potenzialità e vantaggi del “fare innovazione” unendo punti e generando ricadute economiche e sociali misurabili, trasformando un evento in un borgo del Sud (a fine luglio!) in un format di open innovation nazionale, capace di attirare i riflettori anche dalle capitali mondiali dell’innovazione.

Le aree di confronto di Jazz’Inn sono:

  • SmartGovernment: Metodi e strumenti per una P.A. “sostenibile”
  • OpenIndustry: Le imprese incontrano le idee
  • Innvocations: Tecnologie e social innovation per le aree interne

Jazz’Inn si articola in 4 fasi

  1. Selezione dei case givers e degli obiettivi (fase di scouting degli Ampioraggiodays)
  2. Costruzione e facilitazione dei tavoli di lavoro (slow dating dei facilitatori di Jazz’Inn)
  3. Analisi e valorizzazione dei risultati (follow up post Jazz’Inn)
  4. Realizzazione dei progetti

Questo approccio trasforma il programma in un vero e proprio think tank, dove stimolare le idee e trasformarle in investimenti sostenibili coinvolgendo innovatori, investitori e professionisti nei processi di innovazione e cambiamento sostenibile, coordinati da Ampioraggio.